Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Rito del lavoro: il termine per la notifica del ricorso in appello non è categorico

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 6464 del 14/03/2017, ha sentenziato  con rinvio la sentenza d’appello di Roma che ritiene improcedibile nel rito del lavoro il ricorso in appello notificato successivamente al decorso del termine di giorni 10 previsto dall’articolo 435, c 2, c.p.c., ma nell’osservanza del termine minimo di comparizione previsto dal suddetto articolo al comma 3 dovendosi osservare che il primo non ha carattere perentorio e la sua inosservanza, non produce alcuna conseguenza pregiudizievole per la parte, perché non incide su alcun interesse di ordine pubblico processuale o su di un interesse dell’appellato, sempre che risulti rispettato il termine di comparizione, che deve intercorrere tra il giorno della notifica e quello dell’udienza di discussione, trattandosi di termine direttamente incidente sulle garanzie di difesa dell’appellato.