Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Operaio arrestato per possesso di sostanze stupefacenti: licenziamento legittimo

La Suprema Corte, in tema di licenziamento per giusta causa, ha statuito la piena legittimità del provvedimento disciplinare espulsivo nei confronti dell’operaio arrestato perché in possesso di ingenti quantità di sostanze stupefacenti a fine di spaccio, anche se la detenzione delle stesse avviene al di fuori dell’ambito lavorativo. 

I giudici della Corte di Cassazione, con  Sentenza n. 8132 del 29/03/ 2017, hanno chiarito che la sanzione espulsiva è proporzionata, non rilevando il fatto che il dipendente non riveste una posizione di responsabilità, dal momento che la sua condotta ha compromesso irrimediabilmente il vincolo fiduciario con il datore di lavoro e sussiste il rischio che la stessa si ripercuota sull’ambiente lavorativo.