Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Obbligo di repechage per il datore di lavoro

L’obbligo di “repechage” che grava sul datore di lavoro nel caso in cui intenda procedere al licenziamento per giustificato motivo oggettivo di uno o più dipendenti, risulta più rigoroso dopo le modifiche alla disciplina dell'articolo 2103 del Codice civile introdotte all'art. 3 del Dlgs 81/2015

Quest'ultima disposizione, come rimarcato dal Tribunale di Milano, ha comportato il superamento della nozione di equivalenza delle mansioni, che costituiva il precedente parametro a cui era vincolato il datore nell'assegnazione di nuove funzioni ai propri dipendenti, sostituendola con il concetto di mansioni riconducibili allo stesso livello e categoria legale di inquadramento.