Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Non licenziato il dipendente senza prova della soppressione del posto di lavoro

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 24882 del 20/10/2017 ha stabilito l’illegittimità del provvedimento espulsivo nei confronti del dipendente, a causa della crisi aziendale, in quanto l’azienda non ha fornito la prova della soppressione del posto di lavoro.
La Suprema Corte, ha chiarito che compete al datore di lavoro dimostrare l’impossibilità di reimpiego del lavoratore in altre posizioni o con diverse mansioni all’interno dell’azienda.