Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

No al recesso per superamento del periodo di comporto se mansioni e ambiente favoriscono ricadute

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza 27 Giugno 2017, n. 15972, ha chiarito che in tema di licenziamento per superamento del periodo di comporto, le assenze del lavoratore per malattia non giustificano il recesso del datore di lavoro ove l’infermità dipenda dalla nocività delle mansioni o dell’ambiente di lavoro che lo stesso datore di lavoro abbia omesso di  eliminare, in violazione dell’obbligo di sicurezza di cui all’articolo 2087 cod. civ.