Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziato il dipendente assente dal lavoro per finta depressione

In tema di licenziamento disciplinare, la Corte di Cassazione ha disposto la legittimità della sanzione espulsiva nei confronti del dipendente assente dal lavoro per malattia dovuta ad uno stato di depressione, sulla base di un’inidonea certificazione medica, mentre le condizioni di salute consentivano la prestazione lavorativa.

Con Sentenza n. 10154 del 21 aprile 2017, la Corte di Cassazione ha chiarito che la sanzione espulsiva risulta giustificata vista la violazione dell’impegno di leale cooperazione da parte del lavoratore, che ha indotto in errore il medico curante rappresentandogli uno stato di salute non veritiero e si è allontanato da casa senza una prescrizione medica che glielo consentisse