Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziamento per l’accesso non consentito al profilo dei clienti

LCorte di Cassazione, itema di licenziamento per giusta causa, ha dichiarato la legittimità del provvedimento espulsivo nei confronti del dipendente che, in violazione delle disposizioni aziendali, accede molteplici volte al profilo di alcuni clienti non avendo titolo per l’accesso a tale area. 

I Giudici della Suprema Corte, con  Sentenza n. 14319 dell’8-06-2017, ha chiarito che la condotta tenuta dal lavoratore espone il datore di lavoro al rischio, nei confronti dei clienti, della violazione dei diritti di riservatezza e segretezza e, di conseguenzauna causa per violazione della privacy. Inoltre il comportamento tenuto dal lavoratore compromette irrimediabilmente il vincolo fiduciario