Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziamento: la sanzione applicabile è quella in essere nel momento in cui viene intimato

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 4120 del 16 febbraio 2017 ha stabilito, intervenendo in un caso di licenziamento, il principio secondo il quale la sanzione stabilita dall’azienda deve essere quella vigente al momento dell’intimazione del licenziamento, anche nel caso in cui il fatto compiuto dal lavoratore sia avvenuto in un momento nel quale la sanzione era diversa, essendo stata modificata dall’entrata in vigore del nuovo regolamento aziendale. 

I giudici della Corte hanno chiarito che nel caso in questione non si tratta di rendere retroattiva una norma e quindi attribuirle efficacia ex tunc, ma di darne applicazione nel momento in cui viene stabilita la sanzione: nel licenziamento non si ravvisano connotazioni  penali, ma soltanto civili e, di conseguenza non trova applicazione il principio costituzionale, secondo il quale nessuno può essere punito se non in forza di una legge entrata in vigore prima del fatto commesso.