Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziabile il lavoratore che in malattia presta attività per altri

Sentenza n. 15989 del 1° agosto 2016

La Corte di Cassazione riferisce che è pienamente legittimo il licenziameno del lavoratore che, assente per malattia per stato ansioso, presta attività per un altro datore di lavoro.

Durante l'assenza per malattia non vi è un assoluto divieto di prestare attività lavorativa in favore di altri, purché questa assenza non si concretizzi in una simulazione d'infermità o infranga il divieto di concorrenza, oppure ancora, compromettendo/ritardando la guarigione del lavoratore, determini l'inosservanza al dovere di fedeltà imposto al prestatore stesso dall'articolo 2015 del codice civile.

Nel caso di specie non è stata effettuata alcuna verifica in merito alla compatibilità della situazione patologica con l'attività resa in favore dell'altro datore e, quindi, il ricorso dell'azienda è fondato e va accolto.