Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Legittimo il licenziato per furto anche senza esibizione della documentazione relativa all’addebito

I giudici della Corte di Cassazione, in tema di licenziamento per giusta causa, ha stabilito la piena legittimità del provvedimento disciplinare espulsivo nei confronti del dipendente a seguito di furto di merce all’azienda. Il gesto illecito da parte del dipendente si è evinto sulla base del prospetto analitico degli ammanchi allegato alla contestazione disciplinare, a nulla rilevando il fatto che il datore non ha messo a disposizione dell’incolpato la documentazione aziendale relativa ai fatti contestati.  

Con Sentenza n. 15966 del 27 giugno 2017, ha chiarito che il recesso è giustificato dalla violazione del vincolo fiduciario con il datore e che l’obbligo di mostrare i documenti sussiste soltanto quando risulta davvero necessario per garantire il diritto di difesa del lavoratore, il quale può comunque chiedere al giudice di ordinarne l’esibizione alla controparte.