Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziamento valido anche se alcuni addebiti contestati si rivelano infondati

Secondo quanto sentenziato dalla Suprema Corte, è legittimo il licenziamento per giusta causa intimato al dipendente per la contestazione di una pluralità di fatti, anche se nel corso del giudizio di merito alcuni addebiti si sono rivelati infondati.
Con Sentenza n. 25762 del 30 ottobre 2017, i giudici della Corte hanno chiarito che il recesso datoriale è valido, in quanto gli addebiti residui per la loro gravità complessiva, legittimano il licenziamento a causa dell’impossibilità della prosecuzione del rapporto lavorativo a seguito del venir meno del rapporto fiduciario.