Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

La contestazione disciplinare deve essere tempestiva per permettere la difesa al lavoratore

Con Sentenza n. 25021 del 23/10/2017 i giudici della Suprema Corte interviene in merito ai tempi di effettuazione della contestazione disciplinare al lavoratore che commetta una mancanza.
In particolare la Corte afferma che la contestazione disciplinare deve essere presentata tempestivamente, per permettere al lavoratore di potersi difendere avanzando  eventuali giustificazioni.  A nulla vale la motivazione del datore che ritarda la contestazione per l’acquisizione di ulteriori prove a carico del dipendente.