Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

La cessazione dell’appalto legittima il licenziamento

La Corte di Cassazione, ha confermato la legittimità del provvedimento espulsivo, per giustificato motivo oggettivo, adottato da parte di un’azienda di trasporti a carico dei propri dipendenti, motivandolo con la fine dell’appalto comunale di trasporto pubblico.
Con Sentenza n. 25653/2017, la Corte Suprema ha ritenuto non applicabili i criteri di scelta previsti dall’art 5 della Legge n. 223/1991 (carichi di famiglia e anzianità aziendale) in materia di licenziamenti collettivi in quanto, tali criteri sono da applicare qualora i licenziamenti si riferiscano ad un generico esubero di personale, trasversale all’azienda. Nel caso in questione il fatto che il licenziamento sia giustificato dalla cessazione dell’appalto non rende necessario applicare altri od ulteriori criteri di selezione del personale da licenziare.