Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Invio di documentazione dalla mail aziendale a quella personale: niente licenziamento

Sentenza Corte di Cassazione n. 14305 del 13 luglio 2016

La Corte di Cassazione riferisce che non sussistono gli estremi per il licenziamento nei confronti del lavoratore che, fuori dall'orario di lavoro, invia dalla mail aziendale al proprio personale indirizzo mail documenti utili alla causa contro il datore di lavoro per il riconoscimento di mansioni superiori.

La Suprema Corte infatti riferisce che la divulgazione di notizie aziendali riservate è passibile di espulsione solo in caso di attività svolta in concorrenza, sottolineando che il lavoratore che produca, in una controversia di lavoro nei confronti del datore, copia di atti aziendali attinenti direttamente la propria posizione lavorativa non infrange gli obblighi di fedeltà (vedasi art. 2105 codice civile)