Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Inidoneità alla mansione: il referto medico non è sufficiente

La Corte di Cassazione, con la Sentenza pubblicata il 10 Marzo 2017 n. 6291, ha sancito che, per il licenziamento per giustificato motivo oggettivo del lavoratore per inidoneità fisica alla mansione, non è sufficiente il certificato del medico aziendale, questo alla luce del fatto che il lavoratore aveva manifestato solo un episodio di vertigini. 

I giudici della Suprema Corte hanno ritenuto non sufficiente il certificato medico prodotto dall’azienda come unica prova del licenziamento, stabilendo che un solo caso di vertigini non giustificasse il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. 
L’azienda non ha assolto all’onere della prova perché non ha dimostrato che il lavoratore fosse realmente affetto da una sindrome vertiginosa tale da comportare la sopravvenuta inidoneità alla mansione, e pertanto è condannata alla reintegra del lavoratore.