Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Illegittimo il licenziamento del dipendente il cui servizio viene esternalizzato dopo il recesso

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, la suprema Corte ha statuito l’illegittimità del provvedimento espulsivo nei confronti del dipendente, in quanto l’esternalizzazione del servizio di cui si occupa deve avvenire prima del recesso e non dopo.
I giudici della Corte, con Sentenza n. 25649 del 27 ottobre 2017, ha confermato l’insussistenza del motivo posto a supporto del provvedimento, ovvero l’impossibilità di riorganizzazione produttiva e, pertanto, oltre alla reintegra al lavoratore è riconosciuto il danno non patrimoniale.