Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Il 30 giugno scadrà la domanda gli assegni familiari!

L’Assegno nucleo Familiare (ANF) è una prestazione a sostegno del reddito corrisposta al lavoratore, la cui misura dipende dalla tipologia e dal reddito del "nucleo familiare".

Entro il mese di luglio di ciascun anno occorre rinnovare la domanda per la richiesta degli assegni familiari, che in caso di mancata presentazione del Modulo ANF decadono a decorrere dal 30 giugno.

Per richiedere l’ANF, il lavoratore dipendente deve compilare e consegnare al proprio datore di lavoro l’apposito modulo e, se necessario, allegare l’autorizzazione rilasciata dall’Inps.

L’assegno spetta in misura diversa in rapporto alla composizione e al reddito del nucleo familiare.

L’assegno per il nucleo familiare spetta:

- ai lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti, i lavoratori a tempo parziale e a domicilio, i lavoratori in malattia, maternità, cassa integrazione, ecc.) che prestano attività retribuita nel territorio dello Stato, a prescindere dal sesso, dall’età e dalla nazionalità.

- ai pensionati del Fondo pensioni lavoratori dipendenti e dei Fondi speciali;

- ai lavoratori iscritti alla Gestione separata, nelle forme e con le modalità previste per il lavoro dipendente

Ai fini del diritto all’ANF, il reddito familiare è costituito dall’ammontare dei redditi complessivi assoggettabili all’IRPEF conseguiti dai componenti il nucleo familiare nell’anno solare precedente al 1° luglio di ciascun anno e rimane valido per la corresponsione dell’assegno fino al 30 giugno dell’anno successivo. Il reddito complessivo deve essere composto, per un importo minimo pari al 70% da reddito da lavoro dipendente o ad esso assimilabile.