Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Diritto di difesa del lavoratore violato: licenziamento illegittimo

In tema di licenziamento, quest’ultimo è considerato illegittimo nel caso in cui il lavoratore in questione non viene convocato per un’audizione  da parte del datore di lavoro, nonostante lo abbia espressamente richiesto nella lettera con la quale rende note le sue giustificazioni nei tempi stabiliti dalla legge.

A seguito di tale negligenza da parte del datore di lavoro non solo il licenziamento è illegittimo, ma vi è la reintegra all’interno dell’organizzazione del lavoratore incriminato.

Questo è quanto ha stabilito dalla Corte di Cassazione, che con  Sentenza n. 11895 del 12 maggio 2017 , riconoscendo corretto l’operato della Corte d’Appello nell’interpretazione della lettera inviata dal lavoratore e, di conseguenza, la violazione dell’articolo 7, comma 5, della Legge n. 300/1970: nessuna sanzione poteva essere comminata al lavoratore stante la sua richiesta di essere sentito per poter illustrare meglio le sue ragioni.