Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Licenziamento per rimborsi spese “gonfiati”

I giudici della Suprema Corte, con sentenza n. 8820/2017, si sono espressi in tema di licenziamento. 
Nello specifico si trattava di un licenziamento adottato nei confronti di alcuni lavoratori che presentano rimborsi spese per pranzi “gonfiati”. In questo caso è onere del datore di lavoro provare la fondatezza degli addebiti posti alla base del recesso e, in modo particolare, la prova della falsità della partecipazione di terzi ai pranzi per i quali si è richiesto il rimborso.