Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Attenzione a cosa scrivi su facebook... puoi rischiare il licenziamento

Sentenza 10280 del 27 04/18 della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione, respinge il ricorso di una lavoratrice, e stabilito la legittimità del licenziamento per giusta causa del dipendente che diffonde tramite la bacheca di Facebook messaggi diffamatori nei confronti del proprio Datore di Lavoro.

Un simile comportamento infatti integra gli estremi di una vera e propria diffamazione data la potenziale capacità offerta dallo strumento di raggiungere un numero indeterminato di soggetti.