Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Anticipo del TFR

L'anticipo del tfr è regolato dall'’articolo 2120 del Codice civile.

Tale articolo prevede che il lavoratore, con almeno otto anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro, può chiedere, in costanza di rapporto di lavoro, una anticipazione non superiore al 70 per cento sul trattamento cui avrebbe diritto nel caso di cessazione del rapporto alla data della richiesta.

Le richieste sono soddisfatte annualmente entro i limiti del 10 per cento degli aventi titolo, di cui al precedente comma, e comunque del 4 per cento del numero totale dei dipendenti.

La richiesta deve essere giustificata dalla necessità di:

a) eventuali spese sanitarie per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
b) acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli;
c) fruizione dei congedi parentali, di formazione e di formazione continua (possibilità introdotta dal Dlgs 151/2001)

L'anticipazione può essere ottenuta una sola volta nel corso del rapporto di lavoro.

Ovviamente i contratti collettivi di lavoro possono prevedere ad esempio specifiche in merito all'ordine di priorità delle richieste