Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Annullabile la mobilità per un dipendente se l’azienda assume un altro dipendente per la stessa mansione

In merito all’annullabilità di una procedura di mobilità per un lavoratore, la Corte di Cassazione interviene  con la Sentenza n. 8260 del 30 marzo 2017. Nel caso di specie si fa riferimento all’ ipotesi in cui il datore assuma poi altro personale per la stessa mansione. 
In particolare la Suprema Corte ha stabilito che il verbale di conciliazione, firmato dal lavoratore nell’ambito di una procedura di mobilità, sia annullabile qualora la motivazione addotta per la mobilità sia l’esubero di dipendenti e successivamente l’impresa provveda ad assumere nuovo personale nella stessa mansione del lavoratore licenziato.