Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Le Soft Skills più richieste nel mondo del lavoro

In fase di selezione di un candidato che si offre per occupare una posizione lavorativa, le aziende, ricercano in lui oltre alle competenze tecniche (Hard Skills) e a un solido background lavorativo, delle competenze generali intrinseche, denominate “Soft Skills”.

Le Soft Skills più richieste

Le Soft Skills non sono facilmente categorizzabili o quantificabili, poiché riguardano i comportamenti del soggetto nelle relazioni, nella comunicazione e nella capacità di affrontare i problemi. Di solito le aziende nella ricerca del personale indicano le Soft Skills più richieste, ma è possibile che non vi sia alcuna indicazione, di conseguenza è compito del candidato tramite il curriculum vitae o la lettera di presentazione evidenziare queste particolari caratteristiche.

In base ad alcuni studi che analizzano il mercato del lavoro, le Soft Skills più richieste sono: affidabilità, flessibilità e capacità di lavorare in gruppo.

La categorizzazione delle Soft Skills

Attraverso un'indagine condotta in sei Paesi della Comunità Europea, si è delineato un quadro generale relativo alle Soft Skills maggiormente richieste dalle aziende, queste sono raggruppate in tre macro categorie:

  • le capacità attinenti alla gestione del lavoro;
  • le competenze sociali;
  • il raggiungimento dei risultati.

La gestione del lavoro

Queste Soft Skills comprendono le capacità intuitive e gestionali, che consentono di affermarsi e progredire nella carriera, gestendo obiettivi nel tempo e sviluppando un controllo sui fattori esterni che potrebbero inficiare la capacità analitica del candidato.
Nel dettaglio sono:

-motivazione: il motore che spinge il candidato ideale al raggiungimento degli obiettivi lavorativi perché spinto la necessità individuale di realizzare i propri bisogni e desideri;
-rispettare le regole di lavoro e la gerarchia: conoscere i valori, le regole ed i divieti stabiliti sul posto di lavoro e saper conoscere e rispettare i ruoli e le autorità;
-adattabilità: la capacità di adattarsi a situazioni mutevoli, a contesti lavorativi nuovi con differenti tipologie di persone;
-flessibilità: imparare a lavorare con gruppi diversi, in situazioni che valorizzano sia l'individualità sia il lavoro di gruppo;
-curiosità: cercare di porsi costanti domande e la volontà di apprendere nuove conoscenze o abilità;
-gestione degli obiettivi e delle responsabilità: capacità di lavorare secondo obiettivi prefissati, assumendosi le responsabilità relative alla gestione di un progetto o di un incarico, senza far ricadere il fallimento sugli altri;
-gestione del tempo: l'abilità nel gestire e programmare gli impegni di lavoro, rispettando le scadenze.

Le competenze sociali

Il secondo gruppo di Soft Skills, attiene alle capacità comunicative e relazionali del candidato nei confronti di un gruppo di lavoro. Le principali competenze sociali sono:
- abilità comunicative: il linguaggio deve essere chiaro e preciso, modulato a seconda dell'interlocutore e della materia trattata; l'abilità di usare il linguaggio non verbale (postura, gesti delle mani, sguardo) facilita la comunicazione interpersonale;
- autocontrollo: saper gestire le proprie emozioni ed esternazioni durante periodi lavorativi stressanti genera un clima rilassato e facilita la comunicazione di gruppo;
- leadership: un buon leader ascolta il gruppo di lavoro, impara a delegare mansioni ed influisce positivamente sulla capacità del gruppo di raggiungere obiettivi e risultati;
- cooperazione: disponibilità a lavorare in team, agendo con gli altri in modo altruistico per il "bene comune", la propensione a cooperare facilita la gestione del lavoro;
- sensibilità relazionale: è la capacità di dare ascolto agli altri, individuando le peculiarità di ogni individuo ed è molto ricercata nelle posizioni lavorative dove è indispensabile avere un contatto diretto con i clienti

Il raggiungimento dei risultati

-Problem solving: risolve ed analizza i problemi, prende decisioni immediate e risolutive ed adotta misure straordinarie in situazioni critiche;
-decision making: l'abilità di prendere decisioni risolutive in tempi rapidi, è collegata alla capacità di valutare attentamente le opzioni e le alternative, cercando di trovare la soluzione migliore per raggiungere il risultato sperato;
-strategia: la pianificazione di una strategia a breve o lungo termine consente di individuare i bisogni dell'azienda o del cliente, utilizzando in maniera appropriata energie e risorse;

Le Soft Skills più richieste nel mondo del lavoro, mutano continuamente: il candidato deve mettere in conto di tenersi sempre aggiornato ed affinare le proprie competenze trasversali, non focalizzandosi solo sulle competenze tecniche, ma ampliando anche il proprio bagaglio abilità sociali, comunicative e relazionali.