Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Il tuo consulente del lavoro online

Langolodeldipendente.it nasce per affiancare e supportare concretamente, mediante una rete di servizi di consulenza professionale del lavoro online, i lavoratori dipendenti e i collaboratori.

Come funziona la piattaforma online? 

I nostri consulenti del lavoro, preparati, qualificati ed esperti, mettono al servizio del dipendente le risposte ai quesiti di varia natura che il lavoratore si trova quotidianamente a dover affrontare e che possono riguardare diversi aspetti della sua condizione professionale:

- dall'assunzione alla cessazione del rapporto per  licenziamento o dimissioni;

- dalla verifica delle busta paga al trattamento di fine rapporto;

- dal controllo delle trattenute fiscali a quelle previdenziali.

Perchè un consulente del lavoro online?

- Per poter dialogare direttamente con un team di esperti e professionisti nell'ambito della consulenza del lavoro;

- Per ricevere risposte ed assistenza comodamente a casa propria;

- Per pagare solo il costo del servizio espressamente richiesto e non quello di un'intera consulenza.

Le ultime domande

  • Missione ccnl Commercio
    Il 04/09/2019, D. chiede:

    Buongiorno. Per lavoro mi reco in Cina una settimana all'anno. Ho richiesto al datore di lavoro l'indennità di trasferta ma mi ha risposto che in quanto già corrisponde il rimborso per spese di viaggio, vitto e alloggio pertanto non è tenuto a pagarmi nessuna indennità ulteriore in busta paga. E' corretto oppure mi spetta una maggiorazione della retribuzione per i giorni di trasferta ? Il mio contratto è il ccnl del commercio, secondo livello. Grazie.
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • NASPI E DIMISSIONI LAVORATRICE MADRE
    Il 02/09/2019, A. M. chiede:

    Buongiorno, sono una donna in gravidanza e vorrei dare le dimissioni in DTL usufruendo se possibile della Naspi e della maternità obbligatoria. Verificando il modulo di convalida che dovrei sottoscrivere in DTL trovo una serie di motivazioni (accudimento prole in via esclusiva, assenza nonni o servizi etc.) che mi sembrano tutti applicabili a mamme nel periodo post partum e non in gravidanza. Quale motivazione potrebbe essere valida e che poi possa essere coerente con la successiva richiesta di Naspi e quindi con la DID? Sto facendo molta fatica a far conciliare le mie forze con la gravidanza e con la gestione della famiglia (ho un altro figlio piccolo), e del lavoro, ci sto rimettendo in salute e benessere. Io vorrei dimettermi e poi sarei disponibile a cercare altro lavoro magari part time e con meno preoccupazioni. Il lavoro non è a lavoro a rischio e non ho problemi con azienda. La mia potrebbe essere una motivazione valida? Grazie per il consulto.
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • TMCG dirigenti industria alla luce del rinnono del 30/7/19
    Il 25/08/2019, I. chiede:

    Buongiorno, sono stata promossa dirigente industria il1 gennaio 2016 nell’azienda nella quale lavoravo già in precedenza, e all’epoca il mio stipendio annuo lordo (escluso bonus) era stato portato a 66000 euro in linea con il tmcg del contratto 2015. Alla luce del recentissimo rinnovo contrattuale, devo aspettarmi aumenti retributivi obbligatori? E se si, già a partire da gennaio 2020? Grazie per la risposta
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • Naspi, requisiti e durata
    Il 21/08/2019, G. chiede:

    Salve , cortesemente vorrei porre una domanda sulla Naspi: ho lavorato presso un negozio di telefonia con contratto operaio a tempo indeterminato fino ad ottobre 2018 (10 anni consecutivi) , quindi ad ottobre scorso ho dato le dimissioni e naturalmente non ho potuto usufruire della naspi perchè ho dato le dimissioni volontarie. Ora mi stanno arrivando delle offerte lavoro temporaneo, la questione è : che contratto minimo mi dovrebbero fare affinchè posso usufruire della naspi una volta terminato il contratto ? dato che se non erro la naspi come tempistica viene calcolata sugli ultimi 4 anni di lavoro (quindi andrei a ripescare gli ultimi anni del vecchio lavoro). oppure accetto consigli ... grazie saluti Gianluca
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!