Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Il tuo consulente del lavoro online

Langolodeldipendente.it nasce per affiancare e supportare concretamente, mediante una rete di servizi di consulenza professionale del lavoro online, i lavoratori dipendenti e i collaboratori.

Come funziona la piattaforma online? 

I nostri consulenti del lavoro, preparati, qualificati ed esperti, mettono al servizio del dipendente le risposte ai quesiti di varia natura che il lavoratore si trova quotidianamente a dover affrontare e che possono riguardare diversi aspetti della sua condizione professionale:

- dall'assunzione alla cessazione del rapporto per  licenziamento o dimissioni;

- dalla verifica delle busta paga al trattamento di fine rapporto;

- dal controllo delle trattenute fiscali a quelle previdenziali.

Perchè un consulente del lavoro online?

- Per poter dialogare direttamente con un team di esperti e professionisti nell'ambito della consulenza del lavoro;

- Per ricevere risposte ed assistenza comodamente a casa propria;

- Per pagare solo il costo del servizio espressamente richiesto e non quello di un'intera consulenza.

Le ultime domande

  • Dipendente o libero Professionista?
    Il 09/01/2019, A. chiede:

    Buongiorno, sono un ingegnere, attualmente ho p.iva con regime forfettario, fatturato di circa 40.000 €/anno, non ho mogli, nè figli, ho un'abitazione di proprietà e sono iscritto a Inarcassa. Attualmente mi risulta che circa il 26% del mio fatturato serve per pagare Inarcassa e tasse. La maggior parte del mio fatturato deriva da un unico cliente, che mi ha posto di fronte a questa scelta: A) continuare con P.IVA e fatturare verso il cliente 32.000 €/anno, garantendo (a livello informale) da parte mia un servizio analogo a quello di un dipendente, con ferie e malattie pagate. B) assunzione a tempo indeterminato con inquadramento impiegato 3° livello, contratto studi professionali con una RAL di 32.000 €/anno. Quale opzione è più conveniente? Rimango in attesa di Vs. cortese riscontro e sono a disposizione per eventuali chiarimenti.
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • Causa di lavoro
    Il 08/01/2019, M. chiede:

    Salve, sono XXXXXXX, il Consulente del Lavoro del mio avvocato che per fortuna mi ha concesso di pagarlo al termine della causa, mi sta approntando finalmente i conteggi. Io ho una curiosità perchè mi è stato riferito che nelle cause di lavoro tutto il materiale da produrre o le richieste da effettuare devono essere fatte in unica soluzione, al momento di presentare la domanda per la causa. Scusate non sono pratico con il linguaggio forense, spero di farmi capire. La domanda è questa: i conteggi che si presentano devono essere comprensivi degli interessi e della rivalutazione o si presentano soltanto i conteggi di base e sarà successivamente il Giudice a far eventualmente aggiungere gli interessi e la rivalutazione? E prima di presentare tutto per la causa si deve necessariamente fare una lettera raccomandata al datore di lavoro con le richieste? Ormai sto cercando di documentarmi su tutto perchè hanno cercato di raggirarmi troppo consulenti e avvocati del posto. Grazie, Buona Serata.
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • Dimissioni da tempo determinato
    Il 02/01/2019, M. chiede:

    Buonasera, ho un contratto a tempo determinato e parziale 20 ore. Il CCNL è quello degli studi professionali. Sono impiegata 4^livello. Sono stata assunta il 03/04/2017. Il contratto è stato prorogato fino al 31/03/2020. Ho necessità di dare le dimissioni perché ho trovato un'opportunità migliore. Vorrei sapere quali sono gli adempimenti necessari (preavviso, modalità ecc...). Grazie!
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!
  • Somministrazione a termine e rapporto a termine diretto
    Il 03/01/2019, A. chiede:

    Buongiorno, In data 11/12/2017 sono stata assunta con contratto di somministrazione - agenzia interinale - e ho lavorato per la stessa azienda alimentare come impiegata fino al 29/09/2018. Mi è stato prorogato il contratto fino al 21/12/2018. Ora l'azienda stessa mi farà contratto a termine di un anno perche' al momento non ci sono incentivi per la mia assunzione e dicendomi che devo stare "tranquilla" perché comunque tra tre o quattro mesi (quando appunto il nuovo decreto sul lavoro verrà applicato e ci saranno questi incentivi) mi passeranno a tempo indeterminato. Non so come prenderla, anche perché non penso che nel mio caso ci saranno questi incentivi dato che ho più di quarant'anni. Ma non devono mettere una causale per un'assunzione così? O dovrebbero assumermi a tempo indeterminato subito? Grazie, Cordiali Saluti.
    Puoi leggere la risposta solo se la domanda è tua: effettua il login!